Contenuti e Simboli

MUDRAS
MANI E SACRALITA’ DEL GESTO.

1

MUDRA è un termine sanscrito letteralmente traducibile in “sigillo” utilizzato ad identificare dei gesti simbolici delle mani ai quali vengono attribuite qualità influenti sul benessere fisico, psichico e spirituale del praticante.
Le mani simboleggiano la capacità di agire, fare, essere in modo consapevole; l’interazione stessa di ogni singolo dito con il resto della mano (o delle mani) offre l’opportunità di creare figure che muovono dal semplice al complesso al fine di rappresentare in modo figurato la varietà delle attitudini mentali positive.
L’uso di questa gestualità è molto diffuso nella pratica Yoga, in quella meditativa e medica  e talvolta le viene attribuito un valore iniziatico.
I Mudras, quando utilizzati nelle rappresentazioni iconografiche, sintetizzano le virtù e gli intenti della figura di culto ed un mezzo per riconoscerla e comprenderne il valore.
Sono gesti diffusi in diverse tradizioni, ricchi di molte chiavi interpretative.

Il valore è nel gesto, e nella motivazione che lo muove.

MUDRAS
The hands and the sacredness of the gesture.
Mudra is Sanskrit and literally means seal or gesture.
 It’s used to identify the symbolic gestures of our hands that are commonly associated of having a benefit on our physical and psychological wellbeing as well as our spiritual wellbeing.

The hands are symbol of our capability to act, to do and to be, living with awareness; the very interact between a single finger with other parts of our hand gives us opportunity to create figures from very simple to more complex, to represent our positive mental attitudes.
The use of these gestures is very common in Yoga, having a meditative and spiritual core.

When used in iconographic the Mudras summarize the virtuous and the intents of the represented deity  and becomes a way to recognize and comprehend the very value of the gesture.
We find these gestures in many different traditions, offering different keys of interpretation.
The value is in the gesture and in the motivation it comes from.

TARA  – LA LIBERATRICE
MADRE DI TUTTI I BUDDHA

green_tara

Così come tutti i Buddha nascono da azioni di virtù e saggezza, Tara rappresenta la quintessenza delle virtù e della saggezza stessa.
Essa esaudisce ogni desiderio virtuoso e protegge dalle 8 paure.
Viene rappresentata in differenti cromatismi (21) in relazione alla funzione richiesta , le rappresentazioni più comuni e diffuse la considerano nella sua Forma Pacifica Bianca o Verde.
Il suo Mantra si compone di 10 sillabe (OMH-TA.RE-TUT.TA.RE-TA.RE-SVA.HA) a rappresentare i 10 Paramitta o perfezionamenti.
Il Mudra o Sigillo associato  vede congiungere in modo delicato le punte del dito pollice e dell’anulare della mano sinistra, il palmo volto avanti e le altre dita distese verso l’alto.

Tara, Mother of Liberation, Mother of all Buddhas
Tara is known as the “Mother of Liberation”, she is also considered the “Mother of all Buddhas”.
She represents the quintessence of all virtues and wisdom itself.
She grant every virtuous request and offer protection from fear and from the eight obscurations.
(Tara is associated with longevity.)
She is performed in 21 different chromatics.
Green Tara and White Tara are the most widely representations of Tara.
The Tara Mantra is composed by ten syllables (OM-TA.RE-TUT.TA.RE-TA.RE-SVA.HA) to represent the ten completeness or Paramita.
The Mudra (seal or gesture) associated to Tara is done by joining the tips of the thumb and the index of the left hand together, the palm of the hand forward, keeping the other fingers straight.

AVALOKITESVARA o CHERENZIG
BODHISATTVA COMPASSIONEVOLE

avalokiteswara_1

Avalokitesvara rappresenta la Compassione e l’immenso valore che ad essa viene attribuito a tale virtù dalla tradizione tibetana.
Iconograficamente viene rappresentata in innumerevoli varianti con molteplici particolari accessori.
Solitamente di colore Bianco è caratterizzato dal gesto delle mani semi congiunte  davanti al petto a contenere la gemma che esaudisce ogni desiderio di felicità (conseguenza di un comportamento compassionevole e virtuoso).
Il Mantra di 6 sillabe ( OMH-MA.NI-PA.DME-HUM ) viene recitato come antidoto contro le 6 afflizioni mentali (ignoranza, attaccamento, odio, gelosia, dubbio, orgoglio).
Il Mudra delle mani congiunte viene da sempre utilizzato come forma di saluto e rispetto (tra pari) o venerazione nel caso di Santi e Divinità ; esso si compone di entrambe le mani poste davanti al petto all’altezza del cuore, i palmi leggermente distanti tra loro e le dita a contatto rivolte verso l’alto.

Avalokiteśvara  or Chenrézik, the Buddha of Compassion
Avalokiteśvara represents the Compassion and the immense value given to this virtue by the Tibet traditions.
He is iconographical depicted in variably ways with many particular accessorize.
(There are a number of two armed forms, and a form with one thousand arms!)
In painting he is usually shown in white colours with the palm of the hands joined together at the level of the heart, holding a bud that grant every request of happiness (a consequence of a compassionate and virtuous behaviour).
The Avalokiteśvara Mantra is composed by six syllables (OMH-MA.NI-PA.DME-HUM). It is recited as an antidote against the six mental afflicts, such as ignorance, attachment, hatred, jealousy, doubt and pride.
The Mudra with the palm of the hands joined together is always used  in sign of greeting and respect or in veneration towards Saints and Deity. It is done joining the palm of the hands, slightly distant from each other, at the level of the heart, the fingertips touching each other, pointing upwards.

BUDDHA BEDURYA
IL BUDDHA DELLA MEDICINA

medicine_buddha

Coerente alla tradizione buddhista esso incarna anche la cura preventiva ossia la pratica che permette di non seminare le cause negative che porteranno alla nascita della malattia stessa.
Purificare la mente ed i suoi comportamenti viene considerata la Via da coltivare per evitare comportamenti dissennati (alimentari, sociali o altro che si instaurano tra se e se, tra se e gli altri, tra se e l’universo)  al fine di annullare l’insorgere di malattie esteriori o interiori.
Tutte le malattie vengono incluse in 3 grandi gruppilegati rispettivamente al disturbo della Bile, del Flegma e dell’Aria e sono considerate una conseguenza dei tre grandi veleni mentali  di Ignoranza, attaccamento e Odio.
Il Mantra associato viene recitato dal medico durante la pratica della produzione ed applicazione di rimedi medici . Il praticante ordinario recita il Mantra per  armonizzare i tre elementi (Bile, Vento, Flegma)  allo scopo di prevenirne le disarmonie. L’iconografia più diffusa lo rappresenta blu , seduto nella posizione del loto, la mano sinistra posata al grembo con il palmo in alto e le dita distese sorregge la ciotola con l’Elisir di lunga vita, la mano destra posata sul ginocchio destro tiene con indice e pollice un rametto con i frutti del Mirabolano, pianta medicamentosa della tradizione Tibetana alla quale vengono attribuite grandi virtù.

Buddha Bedurya,  the Medicine Buddha.
According to the Buddhist tradition, Bedurya embodies the precautionary  treatment and eventually helps decrease physical and mental illness and suffering.
All physical sicknesses are classified into three main types, disorders of the bile, the phlegm and the energy.
They are considered a consequence of the three mental poisons, such as hatred, ignorance and attachment.
The “doctor” recite the mantra while preparing and applying the medical cure.
The Mantra is recited during ordinary practical to harmonize the three elements (the bile, the phlegm and the energy) to prevent disorders.
He is iconographical depicted in an aura of lapis lazuli-coloured light.
Sitting in the Lotus position, with the left hand on his lap, the palm of the hand turned upward holding a jar of medicine nectar and the right hand resting on his right knee, holding a stem of the Myrobalan, a plant regarded as a universal panacea in the Traditional Tibetan medicine, between thumb and forefinger.

 

Per la stesura del testo dedicato alle immagini sacre ed al loro significato si ringrazia sentitamente il traduttore Norbu.

Si ringrazia Edizioni Mediterranee per la concessione dell’utilizzo delle immagini  estratte dalla pubblicazione “Immagini Buddhiste” – di Hans Wolfgang Schumann

Per la traduzione in inglese si ringrazia sentitamente Charlotte Elise Berg.